Scopriamo l’analisi dei tecnici di Global Mountain Bike Network.

Per quanto riguarda i pedali di tipo flat, vengono evidenziate alcune caratteristiche importanti che non devono mancare: un’ampia superficie d’appoggio del pedale e scarpe con suole dalla larghezza abbondante. Non è necessario, pertanto, l’acquisto di calzature specificamente previste per la mountain bike.

Un primo problema che si può presenta, tuttavia, è quello – in assenza di un aggancio fisso – di capire dove posizionare i piedi sui pedali.
Se la parte anteriore del piede è esattamente sopra il pedale, c’è il rischio di perdere improvvisamente presa e appoggio. Si consiglia, quindi, di tenere il pedale leggermente più indietro, in modo da ottenere un naturale abbassamento del tallone e un generale miglioramento di stabilità e assetto.

Tra i vantaggi dei pedali flat, vengono indicati:

  1. massima rapidità nel liberare il piede in caso di necessità (ad es. scivolata, sbilanciamento, ecc…);
  2. la capacità di dare fiducia a chi si avvicina alla mountain bike come principiante;
  3. maggiore economicità rispetto ai pedali con attacchi (perché non sono richieste apposite scarpe tecniche);
  4. sono più “cool” 😀

I loro svantaggi:

  1. minore efficienza della pedalata rispetto ai pedali con attacchi (sebbene alcuni studi abbiano dimostrato che si tratta di una minima differenza);
  2. il rischio che i piedi scivolino inaspettatamente dai pedali;
  3. il problema di dovere prestare attenzione al posizionamento dei piedi e ad eventuali continue correzioni.

Per quanto riguarda i vantaggi dei pedali con attacchi:

  1. maggiore sensazione di “connessione” e controllo della bicicletta;
  2. la sicurezza di avere i piedi sempre nella stessa posizione (nonostante salti, asperità del terreno, ecc…);
  3. pedalata maggiormente efficiente.

Quanto agli svantaggi:

  1. crash potenzialmente più rovinosi, se non si riesce a sbloccare in tempo dagli attacchi (in questi casi, infatti, si rimane in pratica attaccati alla bicicletta in fase di caduta);
  2. costo complessivo maggiore, perché sono richieste calzature specifiche;
  3. ci vuole un po’ di tempo per “imparare la misura” dell’aggancio ed essere in grado di attaccarsi e staccarsi agevolmente, evitando situazioni imbarazzanti.

A seguire il video in lingua inglese dal canale YouTube di Global Mountain Bike Network: